Verità RelativeVerità Relative
Definizioni
  • 9

by Marco

Fare, non Essere!

Lo studio della PNL (programmazione neuro linguistica) sottolinea, nella terapia del cambiamento, la sottile ma fondamentale differenza sul fatto che non esiste la definizione di uno stato, ma esiste il processo continuo che è in atto per esserlo. Adesso spiego cosa significa:

La vecchia psicologia tendeva ad etichettare ogni singolo comportamento umano attribuendogli una definizione. Le etichette potrebbero dire che tu sei:

  • Emotivo
  • DepressoBarcode
  • Paranoico
  • Irascibile
  • Insicuro
  • Pessimista
  • Autolesionista
  • Egocentrico
  • Antisociale
  • Ansioso
  • ecc.

Anche noi, ovviamente siamo abituati a dire a noi stessi o a chi ci circonda che siamo così o siamo cosà. Sono tutti giudizi. Quello che devi sapere è che le persone non sono questa cosa o quell’altra cosa.

Si usa il verbo fare non essere!

Per fortuna è stato dimostrato che la gente non è, ma fa! È errato affibbiare titoli e definizioni se non per comodità di linguaggio. La gente pratica quelle cose e crede di diventarci, immedesimandosi in una definizione o etichetta. Leggi piano, attentamente e possibilmente sorridendo 🙂 Non perché sia un concetto difficile ma proprio perché è una cosa semplice e potresti tendere a non farci molto caso e a non darci la giusta importanza.

Le persone non sono questo o quello, ma fanno questa cosa o quell’altra.

Esempi

  • Non esiste una persona Depressa: esiste una persona che compie continuamente azioni e crea continuamente pensieri che la conducono in uno stato di tristezza continua. Non si è depressi ma si pratica l’arte del sentirsi tristi.
  • Non esiste una persona Insicura: esiste una persona che non ha sviluppato abbastanza la capacità di fare le cose senza la paura di sbagliare, buttandosi senza pensarci troppo. Non si è insicuri ma si pianifica di continuo un tempo limite ai nostri traguardi.
  • Non esiste una persona Antisociale. Ma esiste una persona che compie continuamente azioni e crea continuamente pensieri che la conducono in uno stato di solitudine continua. Non si è antisociali ma si pratica l’arte del trovarsi sempre isolati.
  • Stessa cosa per la rabbia, e le altre condizioni negative. Sono stati d’animo che creiamo nel nostro cervello, facendo pensieri che richiamano quella emozione o dando una particolare immagine e suono a qualcosa che capita nel mondo esterno.

Chiara la differenza? Se pensavi di essere qualcosa di negativo, non sapevi che sbagliavi a considerarti tale. Invece, la verità è che tu fai quella cosa talmente bene e da così tanto tempo che ti ci immedesimi e ne diventi un esperto.

Il nostro cervello è formato da miliardi di cellule chiamate Neuroni e da quando siamo nati crea e modifica miliardi di connessioni tra essi. E se è allenato a sufficienza, alcune connessioni rimangono più a lungo di altre, saldandosi e automatizzando i nostri comportamenti. Come imparare a suonare uno strumento musicale a 2 mani come il flauto, piano forte, chitarra, batteria, ecc. Chiunque inizi a voler suonare qualcosa che implica l’uso diverso delle 2 mani, all’inizio non riesce perché il cervello non ha ancora connesso i suoi neuroni in maniera tale da farlo velocemente e senza pensarci.

Invece, chiunque suoni da molto tempo, non bada più ai 2 diversi movimenti, può benissimo pensare alle bollette da pagare mentre suona. Le connessioni oramai sono consolidate e per disimparare a suonare devi impegnarti più che per imparare. Prova a smettere di saper correre o leggere. Questo per farti capire che chi suona la chitarra lo fa talmente bene che dice “sono un chitarrista”, ma non è così. Lui “suona benissimo la chitarra”, sembra la stessa cosa ma non lo è!

La differenza è la nostra salvezza

Non esistono definizioni che possano catalogare un essere umano, un essere così complesso e così straordinariamente diverso l’uno dall’altro, da essere unico nella sua personale esistenza e simile a chiunque voglia somigliare.

“Nessun uomo è bravo ad arrampicarsi come una scimmia, nuotare come un delfino,
correre come una gazzella, volare come un’aquila.
Ma nessun animale riesce a fare tutte queste cose.” (cit)

Questo anche grazie ad un organo così complesso come il cervello, nato per imparare a fare tutto ciò che vuole, l’essere umano impara quasi tutto per imitazione, da quando è nato comincia a copiare mamma e papà e via via sceglie i suoi modelli (figure di riferimento) da seguire e assomigliare, ma sempre rimanendo una perla rara. HelpIl nostro cervello è in grado di imparare a farci fare ogni cosa tu gli chiedi, ma chiedila con il voglio, non con il devo.

Poi c’è chi impara a suonare la chitarra in 2 giorni e chi ci mette 2 mesi. Ma se dai al cervello una motivazione, una direzione ed una strategia giusta non hai scampo. Suonerai la chitarra, punto. A fronte di questo, gli studiosi di tutto il mondo oggi si rendono conto che le definizioni non esistono, se non per comodità di fraseggio. Io sono un chitarrista è più comodo che dire io sono un esperto a suonare la chitarra.

Gli stati d’animo continui hanno la stessa natura cerebrale! Sono connessioni nel cervello fatte da chi è stato molto bravo a creare le condizioni per provare quella sensazione giorno dopo giorno, per mesi ed anni.

Se tu credi di essere:

  • Depresso
  • Paranoico
  • Irascibile
  • Insicuro
  • Pessimista
  • Autolesionista
  • Egocentrico
  • Antisociale
  • Ansioso
  • ecc.

La verità e che sei un esperto a praticare ciò di cui ti definisci. Diventa una professione. Ripeto, praticare vuol dire che tutto ciò che credi di essere è invece una serie di azioni che fai ed una serie di pensieri (immagini, suoni, sensazioni) chepostura crei in modo automatico, si tratta di in processo e puoi benissimo pensare alle bollette mentre lo fai, sei un esperto, un professionista! Rileggi piano questo paragrafo, non è complicato e solo estraneo alla nostra cultura, non è familiare!

Dimostrazione

Lo puoi verificare su te stesso in 2 semplici modi:

  1. Chiedendoti come e cosa fai all’infinito per stare nel tuo stato.
    Se credi di essere irascibile o depresso chiediti come fai ad esserlo, e cosa fai per esserlo, A ogni risposta rifai la domanda come fanno i bambini con i perché! Chiedersi in continuazione come lo fai e cosa fai! Come lo faccio? Cos’è che faccio? Come lo faccio? Cos’è che faccio? Come lo faccio? Cos’è che faccio?
  2. L’altro modo è immaginare di insegnarlo a qualcuno: questo esercizio è bellissimo. Fa morire dal ridere. Immaginare che qualcuno ti suoni alla porta e ti offra dei soldi per imparare ciò che tu pensi di essere in negativo. Pensi di essere insicuro o qualsiasi altra cosa!?!? Immagina di conoscere il signor Rossi che ti offre mille euro per insegnargli come fare. Non ti puoi rifiutare e ti devi fare la scaletta di tutto ciò che serve fare per farlo diventare un bravissimo insicuro. Analizza per benino quello che fai quando arrivi nello stato che vuoi insegnare, fai una lista, cerca di essere pignolo nei dettagli, usa le domande “come faccio e cosa faccio con il corpo e con la mente” per scoprire come spiegarlo ad uno che non lo sa! Immagina. Coraggio, insegnagli, è per soldi, fallo, provaci vedrai che risate che ti fai!

“Tu non sei qualcosa, tu fai quella cosa!”

Le uniche etichette che hai sono le più banali: uomo/donna, essere umano o animale, bianco o nero, biondo o moro, alto o basso e altre piccole quisquilie. Cose legate esclusivamente a madre natura. 🙂

Conclusione

Ecco perchè la PNL ha avuto così tanto successo nella terapia del cambiamento. Se qualcuno vuole cambiare è più facile fare delle cose diverse da quelle che faceva ieri piuttosto che trasformarsi in qualcos’altro. Nel corso Eureka che trovi su questo sito imparerai proprio a mettere in pratica questo prezioso insegnamento, passo dopo passo. Provalo! E’ GRATIS

Se vuoi solo più informazioni su questo tipo di corsi, clicca su questo link https://veritarelative.it/pnl/

Buona riflessione.

Marco

🙁 🙂 😀 Ti è piaciuto l'articolo?
Facci sapere cosa ne pensi Votandolo!

Metti in pratica il Cambiamento! Prova GRATIS  il nuovo corso Eureka. Eccolo:


Testi Consigliati:

DVD


Disclaimer, leggere con attenzione:

Tutti i prodotti acquistabili su questo sito hanno la garanzia 100% soddisfatti o rimborsati.

I risultati e l'efficacia degli info-prodotti e delle metodologie suggerite, non sono in nessun modo garantiti in quanto di tipo assolutamente soggettivo e personale. Testimonianze che dichiarano di risultati specifici sono assolutamente soggettive e non sono garantite; gli esiti possono variare da soggetto a soggetto. Quanto riportato in questa pagina a titolo di recensione del prodotto è puramente personale e in forma di opinione. NON garantisce nessun tipo di risultato e non sostituisce il consulto medico.

Le informazioni contenute in questo sito web sono solamente a scopo informativo e non intendono sostituire il consulto da parte di un medico. Le recensioni si basano su materiale ed informazioni di natura generica prese dal sito ufficiale del produttore e/o fornitore, informazioni reperibili di dominio pubblico e facilmente accessibili. Non è possibile ritenere il sito responsabile riguardo l'accuratezza, completezza o veridicità del materiale pubblicato né per eventuali danni fisici o morali derivanti dall'uso improprio dei contenuti pubblicati. Il sito web non è ne produttore e/o fornitore dei prodotti che recensisce.

Marco
About Marco
Sono Marco Odino, classe '72, autore di VeritaRelative.it. e del corso Eureka!® al suo interno. Affascinato e incuriosito dallo scoprire come funzionano gli esseri umani, (questo miscuglio di corpo, mente e anima), sono diventato un appassionato Ricercatore di tutto ciò che riguarda il Benessere Emotivo. Dalle antiche filosofie Orientali a quelle più moderne Occidentali. ;-)

9 Comments

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Per offrirti la migliore esperienza di navigazione usiamo i cookie, anche di terze parti Cookie Policy

Chiudi

Definizioni
Fare, non Essere. L’ errata tendenza all’etichettatura